VIVI SOSTENIBILE

Zero Waste Home e il movimento contro gli sprechi: conosciamo Bea Johnson

2 Febbraio 2019  Tempo di lettura: 6

Oggi conosciamo Bea Johnson! Una semplice cittadina Americana? No, la nostra Food Hero, e non solo, della settimana!

La franco-californiana Bea è autrice della guida Zero Waste Home e la sua regola delle 5R Rifiutare, Ridurre, Riutilizzare, Riciclare, Fare il compost (ci manca una R in italiano!) è stata seguita da tanti altri dopo lei.

  • Rifiutare le cose di cui non si ha bisogno
  • Ridurre le cose di cui invece abbiamo bisogno
  • Riutilizzare e acquistare oggetti di seconda mano
  • Riciclare solo quello che non si può rifiutare, ridurre o riutilizzare
  • Rot (ultima regola, da porre in atto solo quando non è possibile attuare una delle 4 regole precedenti) usare gli scarti nel compost.

Modificando l’ordine degli elementi il risultato in questo caso cambia, quindi come ci suggerisce Bea, il guru del movimento contro gli sprechi, dobbiamo seguirlo alla lettera.

Fino a pochi anni fa, Bea era una semplice cittadina che viveva a San Francisco con suo marito e i suoi due figli.

Ma nel 2006 qualcosa è cambiato quando, dopo aver venduto la casa e in attesa di acquistare quella ideale, Bea e la sua famiglia si trasferiscono in un piccolo appartamento, dove, per mancanza di spazio, sono costretti a portare solo l’indispensabile.

Bea e il movimento contro gli sprechi: vivere producendo un solo barattolo di rifiuti all’anno

Movimento contro gli sprechi

Nel 2007, dopo aver trovato la casa dei loro sogni, Bea e la sua famiglia dicono addio al superfluo: l’80% di quello che avevano in magazzino non era ciò di cui avevano bisogno e decidono di liberarsene in favore di una vita più semplice. Cosa ne hanno guadagnato? Più tempo per quello che in realtà conta davvero: picnic, passeggiate, famiglie e amici. Hanno iniziato a seguire la regola delle 5R e il risultato è stato produrre un solo barattolo di rifiuti all’anno.

Ma come applicare la filosofia contro gli sprechi in cucina?
Bea e la sua famiglia hanno iniziato a fare la spesa in modo diverso:
acquistando perlopiù alimenti sfusi nei negozi alla spina (link all’articolo la spesa sostenibile), luoghi in cui è possibile utilizzare sacchetti e barattoli di vetro riutilizzabili e portati da casa. La nostra food hero suggerisce tre linee guida in cucina: semplificare, organizzare e programmare.

  • Semplificare

Bea aveva un ricettario prima di cambiare stile di vita,  lo ha completamente modificato in virtù di ricette più semplice da realizzare con ingredienti locali.

  • Organizzare

Bea ha creato un ricettario suddiviso per ingredienti (carne, verdure etc.) e momenti della giornata (colazione, pranzo, cena). Per scrivere le ricette ha usato naturalmente carta riciclata!

  • Programmare

Bea ha assegnato un piatto ad ogni giorno (naturalmente variando gli alimenti per garantire a lei e alla sua famiglia un’alimentazione sana).

Limitare gli sprechi dunque è possibile e a detta di Bea, e noi di MyFoody ci uniamo a lei, molto semplice e non solo: ci permette di risparmiare facendo del bene all’ambiente!

Se vuoi saperne di più su Bea visita il suo blog Zero Waste Home

Per un futuro migliore, per il cibo e per il pianeta, fai la tua spesa senza sprechi!

Scarica l’app!