VIVI SOSTENIBILE

Come conservare il cibo in frigorifero: ecco le 7 regole antispreco!

1 Novembre 2019 • Tempo di lettura: 3 min

Quanta strada percorre il cibo per arrivare fino alle nostre case? Tanta! E non è da meno la strada fatta dal frigorifero: numerose ricerche e continui esperimenti sul miglior liquido refrigerante sono stati necessari per consegnarci l’elettrodomestico presente in tutte le nostre case. 

Ma come utilizzarlo al meglio

Il frigorifero nasce per conservare gli alimenti, ma molto spesso, a causa di cattiva organizzazione o di un surplus di cibo finisce con il diventare l’amico numero 1 dello spreco alimentare. 

A questo c’è una soluzione, o meglio, ci sono più soluzioni. Pronti a scoprirle?

Potreste pensare “sono cosa che già sappiamo”, ma molto spesso non facciamo le cose più scontate, noi in primis, ecco perché vogliamo ricordare le 7 regole per conservare il cibo in frigorifero per noi e per voi! 🙂

In fondo lo diciamo sempre: lo spreco di cibo si diminuisce insieme!

1. Non aprire quella porta (troppo spesso!)

Stiamo parlando della zona del frigorifero che subisce maggiormente gli shock termici: posizionate in questa parte i prodotti di difficile deperimento come salse e condimenti vari. Lo sappiamo, in questa parte del frigorifero avrete sicuramente trovato i porta uova ma non utilizzateli. Vi diremo dopo come conservare al meglio questo alimento.
E se di notte avete voglia di pensare, non fatelo con la porta del frigorifero aperta! 🙂 

2. Con costanza ai piani alti!

Ci riferiamo alla parte alta del frigorifero dove la temperatura costante aiuta la conservazione dei prodotti caseari freschi e stagionati come latte, yogurt ma anche il pranzo che avete intenzione di portare in ufficio domani!

3. Il mare al centro!

Nelle mensole centrali potete conservare (per breve tempo) pesce fresco rigorosamente separato dagli altri alimenti e riposto nell’apposita carta da alimenti o in contenitori ermetici.

4. Ai piani bassi si sta freschissimi!

La parte inferiore del frigorifero la dedicherete alla carne, molti di voi avranno un apposito cassetto per la carne, mentre per tutti gli altri dovrete conservare la carne nella confezione originaria per evitare le contaminazioni in questo ripiano del frigorifero.

5. Non tutti i cassetti racchiudono desideri!

Questa parte del frigorifero è progettata per mantenere l’umidità costante e per conservare frutta e verdura a temperature idonee.
Ma c’è un criterio anche per conservare insieme frutta e verdura: mele e banane rilasciano etilene, il responsabile della maturazione precoce degli altri frutti, quindi dovranno essere conservate fuori dal frigo insieme a avocado, patate, pomodori.
Le cipolle invece adorano il buio e l’aglio si conserva meglio a temperatura ambiente.

6. Il frigorifero è il nemico di pane e uova? Parliamone!

Anche se al supermercato trovate le uova sugli scaffali, dovrete conservarle in frigorifero perché è il luogo al riparo dai cambi di temperatura. Il posto ideale? Nel ripiano più alto! E una volta estratte dal frigorifero? Nessuno è perfetto, dovrete cucinarle entro le successive due ore!

Se avete comprato le uova da allevatori locali o da piccole aziende con metodi di allevamento completamente biologici potete lasciare la confezione fuori dal frigo: non dovrebbero essere state esposte a nessun rischio di contagio da batteri. Consumatele però entro una ventina di giorni al massimo.

Il pane fresco si mantiene invece fragrante per 2 o 3 giorni se conservato in sacchetti di cotone grezzo non colorato, all’interno della dispensa. 

Via libera al pane in frigorifero ma solo se sigillato all’interno di un contenitore per alimenti.
Meglio conservarlo in freezer, in sacchetti per alimenti ben chiusi, da scongelare all’occorrenza. 

7. Prima o seconda fila? 

Quando tornate dal supermercato non riponete gli alimenti a caso: i prodotti prossimi alla scadenza in prima fila e tutti gli altri in seconda fila. In questo modo non dovrete ricordarvi la data di scadenza ma sarà l’organizzazione a farlo per voi! 

Naturalmente se state preparando il pranzo per domani, non conservate i cibi caldi in frigorifero ma aspettate che si raffreddino per evitare di modificare la temperatura del vostro frigorifero.

Regole semplicissime che vi permetteranno di conservare più a lungo il cibo, in fondo il frigorifero è stato inventato con questo scopo!
Ci proverete? 🙂

Per un futuro migliore, per il cibo e per il pianeta, fai la tua spesa senza sprechi!

Scarica l’app!