AUTOPRODUZIONE

Concime naturale per piante: 5 modi per riciclare gli scarti di cibo

4 Novembre 2019 • Tempo di lettura: 2 min

Oggi vi parliamo di cibo in giardino: non stiamo organizzando una grigliata ma gli scarti di cibo sono un ottimo concime naturale per le vostre piante

Ci riferiamo a voi, Foodies con il pollice verde. Pronti per la versione sostenibile dei vostri pollici? Su le mani, noi siamo pronti!

Ma la cosa bella di questi rimedi è anche in famiglia: se avete amici a quattro zampe o bambini non dovrete preoccuparvi per loro. Senza concimi chimici potranno avvicinarsi alle piante senza entrare in contatto con sostanze dannose.

Con questi 5 modi per riciclare gli scarti di cibo e riutilizzarli in giardino ci guadagnano tutti, non solo le piante ma anche il futuro del nostro pianeta!
Non perdiamo tempo e iniziamo subito! 🙂

Quando annaffiate la pianta, le fate del bene ma è come se stesse bevendo: quando trasuda l’acqua in eccesso elimina anche dei nutrienti importanti. 

I fondi del caffè vengono in vostro soccorso: rendono la terra nei vasi più fertile e la pianta cresce meglio. Ma c’è di più: i fondi del caffè, quelli che fino ad oggi avete buttato nel bidone dell’umido, rendono il terreno leggermente acido e contrastano il calcare che si crea sulla pianta a causa dell’uso dell’acqua di rubinetto.
Non avete un giardino? I fondi del caffè fanno miracoli anche per l’eco-cosmesi.
Con questo rimedio gli sprechi a colazione sono a zero! 🙂 

Ma abbiamo anche qualche consiglio per ridurre gli sprechi generati a fine pranzo o cena. Avete appena lessato le verdure (carote, zucchine, spinaci)? Ricordatevi di non salare l’acqua di cottura perché questa vi servirà per le vostre piante. Tenetela da parte e aspettate che si raffreddi prima di versarla sulle piante. Potete usare questo concime naturale e a spreco zero un paio di volte alla settimana.
Il risultato? Una pianta più forte e foglie più lucide.

E parlando di cena, anche l’ultima goccia di vino non si spreca. Questo elisir, amato da tutto il mondo è un ottimo alleato delle piante perché è ricco di sali minerali.
Le vostre piante vi avranno visto godervi un calice di vino in giardino troppe volte ormai, è arrivato anche il loro momento! 🙂
A bottiglia di vino terminata riempitela di acqua e versate il contenuto nella terra. Vedrete i risultati in primavera.

Anche l’ultima goccia di latte non si spreca, ve l’abbiamo già accennato nella #ClimateforWeek che abbiamo preparato per il Fridays for Future. Se non eravate con noi il 27 settembre non potete perdervi il racconto! 

L’avete già provato il rimedio a spreco zero? A bottiglia di latte terminata aggiungete un po’ d’acqua e usate la soluzione per lucidare il fogliame.

Vuoi ridare una seconda vita al cibo anche nei supermercati risparmiando sulla spesa?

Scarica l’app!

 

Il giardinaggio è sostenibile

Avete già usato tutti i trucchi a spreco zero che vi abbiamo consigliato? 

Bene, il cibo è terminato e senza sprechi ma abbiamo altro da suggerirvi, ma quanto parliamo? 🙂
Vi va un giro al mercatino dell’usato? Se vi mancano degli attrezzi per il vostro giardino fate un giro nei mercatini dell’usato, troverete il vintage sostenibile per il vostro giardino. Il risparmio e il risultato sono assicurati!
Moglie e buoi dei paesi tuoi! Questo è un detto che si riferisce alla scelta del partner, non vogliamo essere così restrittivi ma per le piante funziona: scegliete piante autoctone del luogo in cui vivete. Risparmierete acqua e i parassiti attaccheranno meno le vostre piante.
Piove, senti come piove! Per un vero giardinaggio sostenibile raccogliete l’acqua piovana e usatela per innaffiare. La bolletta vi ringrazierà!

Quando avrete messo in pratica tutti questi consigli potrete ricevere il certificato di Pollice verde sostenibile! 🙂