RICETTE

Confettura di fichi: il gusto dell’estate in tavola tutto l’anno

7 Agosto 2020  Tempo di lettura: 2 min
 Preparazione: 20min
 Cottura: 40min
 Difficoltà: "facile"

I fichi sono tipici del periodo estivo e del mese di settembre, simbolo del ritorno sui banchi di scuola o della fine delle vacanze estive. Esistono diverse varietà di fichi, una più dolce dell’altra

Vi consigliamo di consumarli freschi, ma cosa fare quando in famiglia o a casa c’è qualcuno che non li gradisce secchi? Di certo non sprecarli ma realizzare una confettura da gustare in tutta la sua dolcezza nel corso dell’anno. Avrete così racchiuso in un barattolo non solo la dolcezza e le vibrazioni estive ma anche un carico di fibre ed energia subito spendibile perché questi frutti sono ricchissimi di zuccheri, vitamine e sali minerali.Last but not least nel vostro vasetto di confettura ci sarà una concentrazione elevata di antiossidanti.

Vi abbiamo convinti? Ora vi sveliamo subito gli ingredienti. 

Ingredienti

  • 1 kg di fichi
  • 200 gr di zucchero di canna
  • Il succo di 1 limone
  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (opzionale)

Ti manca un ingrediente?

Controlla sull’app Myfoody, potrai trovarli scontati fino al 50%

 

Procedimento per realizzare la confettura di fichi

Lavate i fichi con delicatezza ed eliminate solo la parte finale ricca della sostanza lattiginosa del frutto. Praticate un taglio a croce in alto, immaginate dei fiori e sistemateli in una coppa, irrorandoli con il succo di un limone. 

Lasciateli marinare per circa un’ora coperti con della pellicola trasparente. Versate tutto in una pentola e aggiungete lo zucchero e l’acqua. 

Portate a bollore e riducete la fiamma, cuocendo a fuoco dolce e mescolando con cura. Vi serviranno 30-40 minuti per far sì che i fichi si ammollino così sarà più semplice schiacciarli con il dorso di un cucchiaio.

Attendete che il liquido si asciughi prima di spegnere la fiamma e aggiungere l’estratto di vaniglia (vi consigliamo di realizzarlo in casa, è semplicissimo e non è chimico come la vanillina).

Mescolate il tutto e travasate la confettura di fichi nei vasetti di vetro.

Gli errori da non fare con le confetture

Le confetture fatte in casa devono avere la giusta quantità di zucchero, perché questo ingrediente funge da addensante ed è utile nella conservazione.
Il rapporto ideale? Tra zucchero e frutta, no tra voi e il vostro partner, è di 1:1. Un chilo di zucchero per ogni chilo di polpa di frutta. La frutta deve essere rigorosamente pesata dopo aver eliminato gli scarti.
Per i fichi potrete fare un’eccezione perché sono molto zuccherini e riuscirete ad arrivare a 750 gr per chilo. Se parliamo di addensante c’è bisogno di chiamare in causa le bucce dei fichi. Questa parte considerata di scarto si rivela invece indispensabili perché ricchissima di pectina.
Lavate le bucce accuratamente e immergetele in una pentola all’interno di un sacchettino di di garza. Ricordatevi di toglierlo a fine cottura. Ancora un ultimo consiglio prima di lasciarvi alla vostra confettura di fichi: tenete sempre sotto controllo la formazione di schiuma, dovrete sempre eliminarla, non vorrete sporcare i fornelli e sprecare la vostra purea estiva da centellinare durante le colazioni invernali o i break pomeridiani!