RICETTE

Cracker e grissini sbriciolati: realizziamo una cheesecake salata!

27 Aprile 2020  Tempo di lettura: 2 min
 Preparazione: 10min
 Cottura: 45min
 Difficoltà: "facile"

Alzi la mano chi tra voi non hai mai trovato un pacchetto di cracker sbriciolati. Abbandonato nella borsa dei bambini o nello zaino dell’ufficio o dimenticato dietro ai nuovi acquisti in dispensa.
Cracker sbriciolati che sembrerebbe impossibile mangiare. Ma il cibo non si butta, quindi cosa fare? Reinventare questo ingrediente per una torta che fa impazzire grandi e piccini… ma a questo giro ‘o famo strano!
Prepariamo una cheesecake salata con i cracker e i grissini sbriciolati!

Per il condimento potrete scatenare la vostra creatività ma ad una condizione: parliamo di una cheesecake quindi il formaggio fresco spalmabile non potrà mancare! 

Vediamo subito come realizzare questa variante a spreco zero della cheesecake!

Ingredienti per la base

  • 200 g Cracker
  • 130 gr burro (fuso)

Ingredienti per il condimento

  • 250 g formaggio fresco spalmabile
  • 3 fette prosciutto cotto
  • 180 g tonno sott’olio
  • 10 olive verdi
  • 4 pomodorini
  • q.b. sale
  • q.b. origano

Ti manca un ingrediente?

Controlla sull’app Myfoody, potrai trovarli scontati fino al 50%

 

Procedimento per realizzare la cheesecake con i cracker sbriciolati

Vogliamo fare le cose per bene, quindi, anche se i cracker e i grissini sono già sbriciolati tritateli in un robot da cucina fino a ridurli in polvere. 

Sciogliete il burro in un pentolino o in microonde e unitelo alla vostra base a spreco zero, mescolando il tutto con un cucchiaio. Foderate il fondo di un tegame con carta da forno e distribuite i cracker sbriciolati per formare la base. Riponete in freezer per 30 minuti.

Trascorso questo tempo, spalmate sulla base di cracker il formaggio e riponete di nuovo in frigo per 15 minuti. Nel frattempo preparate gli ingredienti che andranno a costituire il condimento. 

Lavate e tagliate i pomodorini a spicchi e conditeli con sale e origano. Decorate la cheesecake con il tonno, il prosciutto cotto, le olive verdi denocciolate e i pomodorini. Aggiungete dell’origano, conservate in frigo per almeno 1 ora e servite!

La cheesecake: un mito da sfatare viaggiando con il cibo

Ci dispiace per Gran Bretagna e Stati Uniti ma noi per la cheesecake vogliamo fare un viaggio indietro nel tempo, in Grecia!
Nell’ottavo secolo a.C. secondo Callimaco, poeta e filologo dell’età Alessandrina, Egimio aveva redatto un testo dedicato interamente all’arte di realizzare torte di formaggio.
Una leggenda? No, se consideriamo che secondo gli storici, nel 776 a.c nell’isola di Delos, nell’antica Grecia, agli atleti veniva servita una torta a base di formaggio di pecora e miele.

Quindi concedetevi un pezzo di cheesecake se avete appena terminato un allenamento cardio, vanno bene anche quelli in casa considerando il periodo, e sentitevi nel cuore delle Cicladi, nella città dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco grazie alla sua storia e ai suoi miti: Delo è, infatti, il luogo di nascita di Apollo e Artemide.

Ma in questo viaggio vogliamo parlarvi di altre varianti di cheesecake provenienti da tutto il mondo!

In Asia la crema della cheesecake viene preparata con polvere di tè matcha, latte e mango. Un risultato meno dolce e più spugnoso. La proverete? Siamo sicuri che cercando bene riuscirete a trovare altre confezioni di cracker sbriciolati!
In America Latina, invece la preparano con la marmellata, mentre in Islanda utilizzano lo skyr, un formaggio del luogo a base di latte acido.

Dolce o salata, la cheesecake è una garanzia di bontà altrimenti non si sarebbe tramandata per secoli dall’Antica Grecia! 🙂

Καλό ταξίδι, Foodies!