VIVI SOSTENIBILE

Giornata mondiale delle api: le protettrici del futuro del cibo e del pianeta!

20 Maggio 2020  Tempo di lettura: 6–8 min

Il 20 maggio è la giornata mondiale delle api e noi di Myfoody vogliamo celebrarla perché questi insetti rappresentano il futuro del cibo, del nostro pianeta e della nostra specie!

Una ricorrenza istituita solo nel 2017 dalle Nazioni Unite e festeggiata per la prima volta nel 2018, che non cade in un giorno e in un mese a caso.

Nell’emisfero boreale maggio è il mese per l’impollinazione mentre nell’emisfero australe è quello della produzione del miele. E il giorno? Vuole ricordare uno dei pionieri della moderna apicoltura, lo sloveno Anton Janša nato il 20 maggio. 

Sono ben 30 milioni di anni che le api si tramandano il loro duro lavoro, di famiglia in famiglia: mantenere in equilibrio l’ecosistema del pianeta e permettere il 75% dell’impollinazione di frutta e verdura. Inoltre, questi insetti forniscono un alimento in grado di addolcire anche la giornata più nera e che, se conservato in maniera corretta, non scade mai: il miele.

Ma non solo api, anche le farfalle, le mosche, gli uccelli, le falene, le vespe contribuiscono all’impollinazione. Perché questo insetto giallo e nero, indispensabile per il nostro futuro, è a rischio? Per le gli additivi chimici usati nei campi, per il cambiamento climatico e per le malattie che lo colpiscono. 

Cibo coltivato e api: il 75% è merito di questi insetti!

Quando vi parliamo di consumo critico lo colleghiamo anche al concetto di provenienza di un alimento: è importante conoscere la zona di provenienza di un prodotto ma anche chi è il responsabile, in natura, della sua nascita. Le api, e non ci stancheremo mai di ripeterlo, sono responsabili del 75% dell’impollinazione delle colture alimentari.

I broccoli? Ortaggi, le cui parti di scarto, vi abbiamo consigliato di non sprecare sono disponibili grazie alle api.

Le mele? Dobbiamo ringraziare sempre le api se riusciamo a gustarne una al giorno per eliminare il medico di torno e realizzare con le bucce questo dessert a spreco zero!

Mandorle? L’incredibile riserva di proprietà nutritive ed energia racchiuse in questo piccolo cofanetto non sarebbero disponibili senza le api.
Questi sono solo alcuni dei cibi disponibili grazie a questi insetti.
Ecco spiegato il motivo per il quale vogliamo celebrare questa giornata con voi Foodies, e non abbiate paura: le api attaccano solo se si sentono attaccate e noi non vogliamo assolutamente farlo!

Andiamo a curiosare nell’alveare: curiosità sulle api

Le api non sono come noi: sono instancabili lavoratrici e dormono sì, ma solo per brevi periodi di tempo. Solo in questo lasso di tempo questi insetti non reagiscono agli stimoli provenienti dal mondo esterno. All’avanzare dell’età aumenta anche il tempo necessario al riposo, in questo sono uguali a noi umani!
Api calcolatrici, ma per questi insetti non si tratta di una qualità negativa: avete tutti in mente le forme esagonali dei favi, vero? Questo è un chiaro esempio della precisione maniacale di questi piccoli insetti.
Se avete mai avuto l’impressione che un’ape vi stesse inseguendo forse avevate ragione. Sembra che le api siano in grado di riconoscere i volti grazie ad una associazione di linee e forme: riescono a realizzare un vero e proprio pattern che memorizzano e riutilizzano all’occorrenza, mentre vi inseguono, ad esempio! 🙂
Le api per orientarsi usano il sole, la bussola naturale. Nei giorni di pioggia non si abbattono: grazie a speciali recettori riescono a percepire la luce polarizzata e capiscono la posizione del sole nel cielo.

Last but not least le api sono gli unici insetti in grado di produrre un alimento che tutti amiamo: il miele.
È proprio il caso di dirlo: preservando le api salviamo il futuro non solo durante la Giornata mondiale delle api!

 

Per un futuro migliore, per il cibo e per il pianeta, fai la tua spesa senza sprechi!

Scarica l’app!