VIVI SOSTENIBILE

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: pensaci e sprecherai meno!

4 Febbraio 2020  Tempo di lettura: 10 min

Il 5 febbraio è la settima Giornata Nazionale di prevenzione dello Spreco Alimentare.

È da ormai 7 anni che in Italia celebriamo l’anniversario d’amore per il cibo, non ci crediamo alla crisi del settimo anno nelle relazioni, non preoccupatevi! 🙂
La FAO ha fissato degli obiettivi da raggiungere nel 2030, non è troppo tardi per ridurre gli sprechi ma dobbiamo iniziare subito e dobbiamo farlo insieme!

Sostenibilità, etica, attenzione al cibo e valorizzazione del territorio non sono più solo parole ma azioni concrete.

Per comprendere e approfondire le buone pratiche dei Foodies abbiamo pensato a un questionario online con 7 semplici domande che coprono l’intero viaggio dei Foodies: dalla fase di programmazione della spesa, a quella di acquisto per poi terminare a casa.
Abbiamo ricevuto tantissime risposte e crediamo sia giusto condividere i risultati! 

Non viaggiamo solo noi, lo fa anche la maggior parte del cibo che finisce nel nostro piatto. Immaginate una mela: dal campo passa per il distributore all’ingrosso prima di arrivare nei supermercati. Si ferma per qualche ora o qualche giorno sullo scaffale prima di essere acquistata e di finire sulle nostre tavole.
A volte c’è anche un’altra fine che non possiamo considerare un happy ending: la mela resta sullo scaffale per giorni e poi finisce nel bidone dell’umido, entrando a far parte di quello che chiamiamo spreco alimentare.

Secondo la ricerca Reduce, un progetto finanziato dal Ministero dell’Ambiente e coordinato dall’Università di Bologna, ogni anno si sprecano 18,7 kg per mq di superficie di vendita, si stima dunque che i supermercati italiani sprechino 220mila tonnellate all’anno di cibo. Ma la soluzione esiste.

I risultati della survey: Se ci pensi sprechi meno!

Foodies, abbiamo analizzato le vostre risposte e per ringraziarvi di aver partecipato vogliamo condividere i risultati.

Programmare è il segreto e non parliamo di codice!

giornata nazionale contro lo spreco alimentare

1 Foodie su 2 prima di fare la spesa controlla cosa c’è in frigo e in dispensa e 1 su 3 scrive una lista dell’occorrente.
Cosa succede nel supermercato? 3 consumatori su 5 si attengono alla lista e solo 1 su 5 approfitta di sconti e offerte non pianificate in anticipo, perché il segreto è la programmazione.

Solo l’8,1% dei partecipanti alla survey pianifica il menù settimanale

Qualcuno potrebbe dire “ho già troppe cose a cui pensare, questa è una perdita di tempo!”
Potrebbe sembrare un controsenso ma non lo è, pianificare il menù permette di risparmiare tempo: non proverete più l’ansia del “Cosa cucino oggi?”, “Se solo avessi il burro in frigo”. Nessuna corsa improvvisata al supermercato, nessun cambio di programma. Potrete anche optare per una spesa settimanale e voi Foodies, dalle nostre analisi, siete divisi a metà: c’è chi fa spese piccole e frequenti e chi una grande e unica spesa settimanale. Questione di abitudini, entrambe valide! 🙂
Pianificando il menù settimanale risparmierete anche denaro, perché il girovagare tra gli scaffali non sarà uno sport ma avrà degli obiettivi, quelli scritti sulla vostra lista e sul vostro menù. È inutile dirvi che ridurrete gli sprechi, non ci saranno prodotti scaduti nel vostro frigorifero, non ne avranno avuto il tempo! 🙂

Organizzare in modo corretto i cibi, facciamo un po’ di ordine!

Nel mondo tutto tende all’entropia, ma non nel frigorifero e nelle vostre dispense, Foodies! 🙂

I dati che abbiamo ricavato dalla survey non lasciano dubbi: i Foodies nell’organizzazione e nella conservazione sono davvero “skillati”. Più dell’80% dei Foodies, infatti, ripone i cibi più prossimi alla scadenza davanti agli altri in frigorifero o congela i cibi più facilmente deperibili.

Morale della favola? Nelle tecniche di conservazione voi Foodies siete dei pro!

Congelare è la soluzione, non abbiate paura del freddo!
giornata nazionale contro lo spreco alimentare

Diminuire gli sprechi oltre a una questione di programmazione e organizzazione è una questione di freddo! 🙂

Lo spreco di pesce e carne per voi Foodies è quasi inesistente, potrebbe essere collegato all’abitudine di congelare questa categoria alimentare perché ben 7 Foodies su 10 lo fanno! 

Al contrario, non tutti sanno che è possibile congelare frutta e verdura: solo il 7,3% dei partecipanti alla survey congela questa categoria alimentare che ben il 50% dei Foodies ha dichiarato di sprecare. Le bucce e le foglie esterne di frutta e verdura non devono essere considerate parti di scarto, ma preziosi ingredienti per realizzare delle ricette a spreco zero. Ma questa non è l’unica soluzione, anche congelare i cibi permette di diminuire gli sprechi e vogliamo svelarvi un segreto: gli ortaggi se sbollentati, prima del congelamento si conservano più a lungo.

Nella survey abbiamo anche chiesto qualcosa di più: i segreti del recupero in cucina, abbiamo deciso di custodirli gelosamente; ve li sveleremo giorno dopo giorno sui nostri canali social.
In una giornata come quella della prevenzione dello spreco alimentare sapere che i Foodies sono attenti alle buone pratiche necessarie alla riduzione degli sprechi ci rende orgogliosi.
Il viaggio di un Foodie è consapevole, guidato dal consumo critico e se accompagnato 

dall’app Myfoody, nei supermercati che hanno scelto di collaborare con noi, è un valore aggiunto per salvare il cibo prossimo alla scadenza ma ancora buonissimo.

L’avevamo già spoilerato: le soluzioni contro lo spreco alimentare esistono! 🙂

E voi Foodies, cosa fate per ridurre lo spreco alimentare? Partecipate alla Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare, condividendo la buona azione sui social con l’hashtag #IoSalvoilCibo! 

 

 

Per un futuro migliore, per il cibo e per il pianeta, fai la tua spesa senza sprechi!

Scarica l’app!