RICETTE

Hamburger di ortaggi: ricicliamo scarti di cavolfiori, broccoli verza

6 Marzo 2020  Tempo di lettura: 2 min
 Preparazione: 40min
 Cottura: 10min
 Difficoltà: "facile"

Parti di scarto di cavolfiori, broccoli e verza? Fermi tutti, non sono scarti ma gli ingredienti per realizzare la ricetta degli hamburger di ortaggi che vogliamo proporvi. 

Vi abbiamo già parlato di broccoli e cavolfiori, ora è arrivato il momento di parlarvi del cavolo verza!

Che abbia ragione l’antico proverbio che recita “I cavoli sono sempre in mezzo”?
Ragione o no, calzano a pennello per questa ricetta e in molte altre.

In molte regioni italiane, soprattutto quelle del nord, questo ortaggio fa magie in zuppe e minestre a spreco zero! L’avete mai mangiata la zuppa ‘d pan e còj? Questa zuppa di pane e cavoli verza, tipica del Canavese è una ricetta da provare assolutamente.

Ma noi oggi vogliamo suggerirvene una tutta vegetariana ed a spreco zero che potrà sostituire gli hamburger di carne.

Pronti?

Ingredienti

  • 500 g scarti di cavolfiore
  • 200 g scarti di verza
  • 200 g gambi di broccoli
  • 150 g gambi di spinaci
  • 4 uova
  • cipolla
  • farina
  • Grana Padano 
  • 80 gr di pangrattato
  • burro
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • 130 gr di semi di sesamo per la panatura

Ti manca un ingrediente?

Controlla sull’app Myfoody, potrai trovarli scontati fino al 50%

 

Preparazione degli hamburger di ortaggi

Per preparare questa variante di hamburger di ortaggi con le parti di scarto di cavolfiori, verza, broccoli e spinaci iniziate con la pulizia degli spinaci e prendete i gambi, i torsoli e gli scarti dei broccoli, dei cavolfiori e della verza.

Lavate questi preziosi scarti e tagliate a pezzettoni anche le foglie più dure. Portate ad ebollizione l’acqua di cottura dove dovrete lessare la verza per 7 minuti, aggiungere successivamente cavolfiori e broccoli e lasciare cuocere il tutto per altri 10 minuti.
Scolate il tutto, non sprecando l’acqua di cottura, perché potrà servirvi per innaffiare le vostre piante, e tuffatevi gli spinaci per altri 7-8 minuti. 

Tritate a dadini il tutto, scaldate un filo d’olio con mezza cipolla tritata, unite il battuto e lasciatelo cuocere per altri 5 minuti.

Unite tutte le verdure, aggiungete 2 uova, 3 cucchiai di grana, 80 gr di pangrattato sale e pepe. Lasciate riposare il composto in frigorifero per circa 30 minuti e poi dividete il composto in 8 piccoli panetti, passateli nella farina poi in 2 uova sbattute e infine nel pangrattato.

In alternativa potrete realizzare anche una panatura con semi di sesamo: ve ne serviranno solo 130 gr. Dopo aver passato gli hamburger nella farina passateli nei vostri semi ed è fatta!

Cuoceteli in padella con un filo d’olio e una noce di burro per circa 6-7 minuti o lasciateli dorare in forno per circa 10 minuti.

Il cavolo verza a tavola e per curare l’hangover!

Gli antichi romani sarebbero felici di avere la verza negli hamburger di ortaggi e vediamo subito perché.

Questo popolo era solito consumare le foglie crude prima dei banchetti perché credeva che questa parte di scarto esercitasse un ruolo indispensabile nell’assorbimento dell’alcool; ancora oggi nei paesi dell’Est i nonni consigliano di mangiare le foglie crude della verza dopo aver esagerato con la vodka.
Secondo i romani questo ortaggio aveva anche il potere di scacciare la malinconia e la tristezza, indispensabile nelle diete di grandi e piccini, insomma!

Se considerate queste solo dicerie, affidatevi alle proprietà benefiche di questo ortaggio: alti contenuti di fibre, minerali, vitamine.

L’alto contenuto di zolfo è il responsabile del tipico odore forte che si sprigiona durante la cottura, ma come vi abbiamo consigliato per i broccoli, potrete aggiungere del limone o aceto all’acqua di cottura.

Questo per dirvi di non lasciarvi intimorire dal forte odore perché un ortaggio con tutte queste proprietà non deve essere sprecato.