VIVI SOSTENIBILE

Il minestrone perfetto: le 7 regole auree per realizzare il piatto di stagione

28 Settembre 2020  Tempo di lettura: 7–8 min

Il minestrone ha una storia antichissima ma è il nemico dei bambini e anche di chi allontana da sé tutto ciò che è dietetico, poco saporito e senza un gusto deciso. 

Ma questo piatto, un classico della cucina italiana, è invece un tesoro dalle proprietà benefiche e dal gusto indescrivibile, se lo realizzerete nel modo corretto e soprattutto utilizzando verdure di stagione. Per farvi ricredere sulla bontà di questo piatto dalle origini antichissime, pensate che persino i Romani ne preparavano una versione rudimentale a base di cipolle, aglio, carote, asparagi e lenticchie. Oggi vogliamo condividere le 7 regole auree per realizzare un minestrone impeccabile.

Il minestrone, nonostante sia un piatto classico della cucina italiana, è conosciutissimo sulle tavole internazionali grazie ai cuochi italiani che tra Seicento e Settecento lo portarono al di fuori dei confini. Questa pietanza, a base di verdure di stagione, è conosciuta in tutto il mondo come piatto della tradizione povera e contadina italiana, da servire come piatto unico o primo piatto.
Pronti per realizzare un minestrone che anche i bambini ameranno?

Vediamo quali sono le regole da seguire: 

  1. Acqua e sale…e verdure

Il minestrone è il piatto più light della dieta mediterranea e ha come ingredienti base solo acqua, sale e naturalmente verdure. Con l’aggiunta di legumi e cereali si merita il nome di zuppa.

  1. Verdure sì, ma di stagione

Cipolla, sedano e carote non mancano mai e si meritano il primo posto in pentola per un soffritto perfetto. Aggiungete anche zucchine e verdura a foglia, qualora queste fossero di stagione.

  1. Dai, non potete aggiungere il dado

Per un minestrone perfetto non avrete bisogno del dado. Le verdure sono già saporite, e il dado, inoltre, contiene già sale, ingrediente che dovrete aggiungere nell’acqua di cottura. Perché esagerare?

  1. Con il sale evitate di farvi prendere la mano

Sale solo quanto basta. Potrete aggiungere le spezie per insaporire il minestrone o addirittura un po’ di pesto come tocco finale.

  1. Un bagno caldo per il minestrone

Quando il soffritto sarà pronto potrete aggiungere acqua molto calda solo quando gli ingredienti saranno diventati morbidi. La quantità di acqua deve superare per circa due dita le verdure all’interno della pentola.

  1. Chi saranno i primi?

Aggiungete prima le verdure che hanno bisogno di più tempo per la cottura come le patate e poi le verdure più morbide come ad esempio quelle a foglia larga o le zucchine. Volete aggiungere i legumi? Ok, ottima idea ma fatelo solo dopo averli lasciati in ammollo per almeno 10 ore. 

  1. Una questione di tempo

Scegliete un libro o una serie tv e mettetevi comodi durante la cottura del minestrone: gli serviranno 30 minuti a fuoco medio e poi, dopo averlo coperto, ci sarà bisogno di almeno 1 ora a fiamma bassa.

Sapete davvero tutto sul minestrone?

Fa bene alla dieta eliminare pasta e patate dal minestrone?
La risposta corretta è nell’equilibrio. Dovrete consumare questi alimenti che contengono amido nelle giuste quantità. Pasta e patate, inoltre, se aggiunte al minestrone hanno un alto potere saziante quindi andateci piano ma non eliminatele del tutto dalla vostra dieta.

Il minestrone con legumi e cereali vale come piatto unico?
I legumi sono una fonte di proteine, fibre, vitamine e carboidrati. Anche aggiungere cereali è una scelta corretta, orzo e farro contengono principi nutritivi complementari a quelli offerti dalle verdure. La risposta dunque è sì, piatto unico sia! 🙂

Per un minestrone light l’olio è bandito
No, anche qui la risposta corretta è nell’equilibrio. Potete sicuramente ridurre la quantità di olio, ma non dovrete eliminarlo. Gli acidi grassi polinsaturi contenuti in questo condimento sono indispensabili per la salute del nostro organismo, perché eliminarli rinunciando così anche al suo gusto irresistibile?

Ora sapete davvero tutto sul minestrone. Dovete solo mettervi ai fornelli!

Per un futuro migliore, per il cibo e per il pianeta, fai la tua spesa senza sprechi!

Scarica l’app!