IL MONDO MYFOODY

Myfoody: ogni giorno in missione per amore del cibo!

30 Agosto 2019 • Tempo di lettura: 4 min

Sei tornato dalle vacanze estive?
Noi l’abbiamo fatto un po’ prima, anzi i nostri sviluppatori le hanno posticipate a settembre, perché volevamo riprendere con una novità. Anzi no, più di una.

Era maggio e abbiamo preso un’importante decisione: rivoluzionare la nostra app!
Durante i meeting ci siamo resi conto che all’attuale app mancava qualcosa: sai quando vai al bar per prendere un caffè e il barista non ti serve il bicchiere d’acqua? Non puoi accettarlo: da tradizione non è contemplato! Per gustare a pieno l’aroma del caffè, come ci insegnano gli amici napoletani, bisogna infatti bere prima un po’ d’acqua!
Quindi abbiamo cercato il nostro bicchiere d’acqua ed era un vero e proprio rebranding. 

Un nuovo vestito, quello adatto a comunicare le emozioni e i valori del mondo Myfoody.

E così abbiamo fatto un passo indietro e abbiamo cambiato ogni cucitura del nostro vestito prima di presentarci. In questo è entrata in gioco la nostra product designer Marta (sì, ad oggi avete visto solo uomini in Myfoody, ma le donne ci sono!:)) e i nostri amici di MOZE, tra i migliori in circolazione quando si tratta di User Experience!
Siamo partiti dal nostro nome, Myfoody.
Noi sorridiamo sempre, perché salvare il cibo ci rende felici, quindi la nostra Marta ha pensato “Perché non presentarci sorridendo?”

E abbiamo cambiato il logo, è diventato più pulito, lineare ma anche un pò BOLD.

Sì, Myfoody è anche audace, o come dice lei BOLD perché in inglese fa più figo!
A vestito finito, siamo ritornati sull’app e ci siamo chiesti “Come possiamo salvare il cibo ogni giorno? Nei supermercati, certo… ma come possiamo aiutare i nostri foodies (i nostri utenti) a farlo anche a casa? 

La risposta? Creare tre nuove sezioni all’interno dell’app, e non stiamo esagerando! 🙂
Siamo in missione per amore del cibo, l’esperienza a spreco zero che vogliamo dare ai nostri foodies inizia quando si fa la spesa al supermercato e finisce a casa, o meglio, non finisce mai! 🙂 

Abbiamo quindi pensato di arricchire l’app con tanti contenuti e consigli utili per diminuire gli sprechi, integrando blog e app. Come lo abbiamo fatto? 

All’interno dell’app troverai tre sezioni: Esplora, Risparmia e Impara.
Sappi che dietro queste tre sezioni ci sono i nostri sviluppatori e le loro occhiaie (sono sempre bellissimi, però! 🙂 ) 

“La parte più difficile e sfidante è stata gestire lo stato dei punti vendita preferiti e degli articoli preferiti, stesso funzionamento a livello di flusso, ma diversa visualizzazione per l’utente. La sfida? Essere coerenti e all’altezza della UI progettata” 

“La parte più bella, invece, è stata progettare la sezione Impara: i contenuti arrivano direttamente dal blog. Non è stato semplice ma ce l’abbiamo fatta! 

Queste le parole del nostro sviluppatore Android, Nicola.

Cosa potrai fare con la nuova app Myfoody

Potrai partire dalla tua città, scoprendo i supermercati più vicini a te (puoi aggiungere anche dei cuoricini e per magia i supermercati che hai scelto saranno i tuoi preferiti e ti avviseremo quando ci saranno nuovi prodotti in scadenza da salvare)!

Ma salvando il cibo, risparmi e quindi abbiamo pensato (questa era in cantiere da tanto, ci siamo anche trattenuti prima di svelare il segreto, ma ora non stiamo più nella pelle ed quindi è arrivato il momento di dirlo) di aumentare i supermercati che diminuiscono con noi lo spreco alimentare.

Quindi, ricapitolando… ad oggi abbiamo due amici che diminuiscono gli sprechi alimentari con noi: Coop e Unes e a breve se ne uniranno degli altri, ma non possiamo svelare proprio tutto adesso! 
Ma passiamo alla sezione Impara, quella che ha fatto tanto penare i nostri sviluppatori e che a lavoro terminato ha dato tante soddisfazioni. 

Acquistare i prodotti a rischio spreco nei supermercati è solo una delle azioni per salvare il cibo. E tutto il cibo che sprechiamo tra le mura domestiche? Ci sono mille modi per ridare una seconda vita al cibo e vogliamo condividerli con te.
In app troverai gli articoli del blog, perché se sei alla fermata dell’autobus e non sai cosa preparare per cena, vogliamo suggerirti ricette a spreco zero o svelarti i segreti dell’autoproduzione.

Diminuire lo spreco alimentare è conveniente per noi e per l’ambiente! Ma come nasce il mondo Myfoody?


Ti abbiamo parlato della nostra trasformazione, quella che ha portato alla nuova app, perché da un pacco di biscotti quasi scaduto, ma acquistato a prezzo pieno dal nostro CEO e Founder Francesco Giberti, è nata l’idea innovativa che ora è diventata una soluzione per un mondo a spreco a zero

Ebbene sì, galeotto fu quel pacco di biscotti perché proprio non è andato giù al nostro CEO: “Che fine avrebbe fatto se avessi notato la data di scadenza così ravvicinata e non l’avessi comprato?” si è chiesto, mentre era in Belgio a scrivere la sua tesi di laurea. 

Una domanda alla quale ha risposto con Myfoody: la soluzione ad un problema di grande portata, ma risolvibile solamente se affrontato tutti insieme.
Quello che è successo dopo è il frutto di un team che continua a crescere giorno dopo giorno.

Prima della pubblicazione, abbiamo testato la nuova app con alcuni foodies, ma ora è arrivato anche il tuo momento.
Questo però non è un test ma è la realtà: il cibo non si spreca mai

Siamo curiosi di sapere se il nuovo volto anti-spreco di Myfoody ti piace o se ci sono altri ingredienti che vorresti aggiungere! 🙂
Pronto? Il cibo si mangia, lo spreco si evita, il pianeta si ama con Myfoody! 

Hai già scoperto tutti i supermercati che collaborano con noi?

Scarica l’app e salva il cibo dagli sprechi!