VIVI SOSTENIBILE

Sposare la lotta contro lo spreco alimentare: i Bakers e il loro matrimonio a spreco zero!

24 Aprile 2019 • Tempo di lettura: 2 min

Il matrimonio da sogno? Quello a spreco zero dei Bakers, la coppia inglese che ha realizzato un banchetto con cibo che sarebbe stato altrimenti sprecato!

Saranno state le ore trascorse a tavola, durante le vacanze di Pasqua, a farci venire in mente Charlotte e Nick Baker e il loro pranzo nuziale anti-spreco? Qualunque sia il motivo,  vogliamo presentarvi la coppia inglese che ha offerto, ai suoi 350 ospiti, cibo che sarebbe stato altrimenti sprecato!
Ci sono sempre modi diversi per festeggiare e questa coppia inglese ce lo dimostra!

Voi ce l’avreste fatta a restare con il fiato sospeso fino al giorno prima del matrimonio? Non solo per il sì, ma anche per il menù! 🙂
Charlotte e Nick Baker ci sono riusciti e a quanto pare non ci sono state lamentele da parte degli invitati!  

Un chiaro esempio di spreco alimentare che si trasforma in risorsa: la coppia è stata fortunata perché un supermercato, il giorno prima della cerimonia, ha consegnato grandi quantità di pollo congelato, molto lontano dalla sua data di scadenza e non solo. Tra gli ingredienti anche frutta che stava iniziando a marcire, attenzione abbiamo detto stava iniziando, ma marcia non era! 

Il The Guardian ha così descritto il delizioso menù:

“Il piatto principale: pollo cotto con vino bianco e funghi, con chili e riso vegetariano. Il piatto finale: bacche e frutti rossi con una crema leggera.”

E perché le bacche sono state consegnate al caffè? Perché erano leggermente ammaccate, quindi brutte da vedere ma ancora buonissime!

Shirley Southwood, la proprietaria del Fur Clemt Real Junk Food Café in Wigan, il bar incaricato dalla coppia per realizzare il banchetto, ha confessato di non aver dormito per alcune notti: “Siamo specialisti nel riproporre cibo e ingredienti che verrebbero altrimenti sprecati, ma non avevamo mai organizzato un catering per un matrimonio” ha detto Shirley.
“L’unica cosa che ho dovuto comprare è stata la bottiglia di vino per la salsa” ha poi aggiunto.
Il caffè ha ricevuto il cibo da supermercati, ristoranti e mercati. Ma non era cibo che aveva superato la data di scadenza, ma cibo prossimo alla data come quello che trovate sulla nostra app quindi chi meglio di voi sa che è ancora buonissimo?

La lotta contro lo spreco: anche gli invitati hanno contribuito al no-spreco!

Anche i parenti hanno aiutato Shirley e il suo team nell’organizzazione del matrimonio: preparando marmellata, producendo birra, lavando i piatti.
E anche se qualcuno in Italia, soprattutto al Sud, avrebbe potuto accusare la coppia di aver organizzato un matrimonio per risparmiare, questa non è stata assolutamente la motivazione che ha spinto i Bakers a sposarsi in un modo diverso: “Siamo consapevoli di quanto i matrimoni facciano il loro gioco nel contribuire agli eccessi e agli sprechi e abbiamo deciso di diminuire questo trend” ha detto la coppia.
Non solo il cibo, ma anche il vestito della sposa di seconda mano così come quello delle damigelle d’onore. Le decorazioni nuziali erano ruote riciclate di bici (a quanto pare Charlotte e Nick fanno coppia anche in bici) e origami realizzati con la carta da lettere da buttare; le decorazioni floreali sono state realizzate dalla madre di Charlotte.
La lista di nozze non era da meno: invogliava gli invitati a regalare qualcosa di seconda mano o autoprodotto.

Un matrimonio decisamente diverso quello dei Bakers e non vogliamo pensare che la coppia inglese sia distante dalle coppie italiane: le Nozze green ci sono anche nel nostro paese, perché combattere gli sprechi è uno stile di vita!

Per un futuro migliore, per il cibo e per il pianeta, fai la tua spesa senza sprechi!

Scarica l’app!