RICETTE

Melanzana e bucce: una storia di risotto!

16 Settembre 2019  Tempo di lettura: 2
 Preparazione: 15min
 Cottura: 30min
 Difficoltà: "medio"

È arrivato il momento di dire addio alla melanzana, la regina dei piatti estivi, già protagonista di tante ricette anti-spreco sul nostro blog. 

Possiamo gustare questo ortaggio con un risotto realizzato con la sua buccia, prima di darle l’arrivederci al prossimo giugno.

Molte ricette realizzate con le melanzane richiedono di eliminare la buccia. Un problema? Solo se considerate la buccia uno scarto, invece è un altro ingrediente molto prezioso e ve lo dimostriamo con questa ricetta. 

Un solo consiglio: preparate il risotto per il pranzo e non per la cena. La buccia grazie alle sue proprietà sollecita l’attività tiroidea e, dunque, mangiata di sera può dare insonnia.
Domani si lavora, le ferie sono finite! 🙂 

Ingredienti

  • bucce di melanzana
  • cipolla
  • una noce di burro
  • parmigiano q.b.
  • olio evo
  • riso q.b.
  • brodo caldo
  • sale qb
  • vino

Ti manca un ingrediente?

Controlla sull’app Myfoody, potrai trovarli scontati fino al 50%

 

Preparazione del risotto con le bucce di melanzana


Mettete in un pentolino un filo d’olio e la cipolla tagliata finemente e preparate il soffritto.
Fate tostare per qualche minuto e poi aggiungete le bucce di melanzana che avete messo da parte. (Se le frullate potrete gustare il gusto delle verdure, nel focus trovate i trucchi per un risotto perfetto)
Lasciate insaporire e aggiungete il brodo di dado, l’ideale sarebbe realizzare il brodo con le verdure di stagione (anche questo è un consiglio presente nella lista delle 7 regole d’oro per un risotto perfetto). Questo è il momento di sfumare con il vino freddo.
A metà cottura mantecate il riso con il burro e aggiungete il parmigiano. 

Potete anche aggiungere dei cubetti di mozzarella o emmenthal per rendere il vostro risotto più saporito.
Prima di procedere con la ricetta leggete le 7 regole per un risotto perfetto e poi sarete pronti per la prova del cuoco! 🙂

I trucchi per un risotto perfetto

La ricetta del risotto a spreco zero potrà essere perfetta per il palato, se seguite le 7 regole suggerite da Davide Botta:

  1. Dietro un grande risotto c’è un grande brodo! Preparate il brodo con le verdure di stagione. Vietati pomodori, peperoni, finocchi e melanzane. Le verdure devono bollire solo per 10 minuti. Non un minuto in meno, non uno in più. 
  2. Il riso si tosta a secco! Senza condimento o soffritto. 
  3. Il risotto è esigente! Beve solo vino freddo! Per un risotto perfetto bisogna aggiungere il vino di frigorifero (bianco o rosso), quindi  freddo, servirà a bloccare la cottura e ad abbassare la temperatura. 
  4. Frusta il risotto! È per il suo bene! Mescolate il risotto con la frusta, quella che usate per i dolci, e non con il mestolo di legno. Immaginate l’amido del riso come se fosse zabaione ed è fatta!
  5. Il soffritto ha bisogno dei suoi spazi! Il soffritto si prepara a parte e si unisce al riso tostato prima di aggiungere il brodo e vino
  6. Il burro è un buon amico! Sfatiamo il mito: il burro non si aggiunge a fine cottura, ma  durante la mantecatura. In questo modo riuscirete a digerirlo meglio e donerà maggior cremosità al piatto.
  7. Che ti frulla in testa? Frulla le verdure! Se frullate le verdure, nel nostro caso le bucce della melanzana, riuscirete a gustare a pieno il gusto e la freschezza delle verdure.