AUTOPRODUZIONE

Nocciolo di avocado per una maschera di bellezza e non solo!

5 Dicembre 2019  Tempo di lettura: 5–6 min

La raccolta dell’avocado, il superfood che tutti amiamo e che viene coltivato anche in Italia, ai piedi dell’Etna, inizia a fine ottobre e termina a marzo. 

Amiamo tutti questo frutto conosciuto grazie al guacamole, la famosissima salsa messicana verde, ma entrato a far parte anche della dieta mediterranea per il gusto inconfondibile e le proprietà benefiche della sua polpa, ricchissima di nutrienti. Ma che fine fa il suo seme?
Il nocciolo di avocado è ricco di saponine, sostanze che migliorano l’attività metabolica e combattono il colesterolo cattivo. Non mancano sali minerali, calcio, magnesio e vitamina C.

Come utilizzare le proprietà antibatteriche del seme? Per combattere irritazioni cutanee, pelle grassa e capelli secchi e sfibrati.

Pronti per trasformare il superfood in un frutto di bellezza?

C’è un però…niente paura, si tratta solo di una questione di organizzazione.
Prima di poter utilizzare il seme di avocado dovrete privare il nocciolo della sua buccia marrone e dovrete metterlo a seccare

Dopo aver eliminato la buccia, basterà tritarlo, metterlo in forno a bassa temperatura per un’ora. Al termine di questo procedimento ricordate di ridurlo in polvere. 

Lo step in forno è indispensabile per poter riutilizzare il nocciolo dell’avocado per l’eco cosmesi.
Potrete fare questa operazione a forno già caldo così da ridurre i consumi.

Avocado in cucina e nocciolo per la pelle!

Nocciolo di avocado per un esfoliante corpo. Riducete in polvere il nocciolo, mescolatelo con un po’ di caffè e sale e avrete il vostro esfoliante naturale da applicare sulla pelle con un massaggio delicato.

Brufoli e inestetismi si nascondono dietro l’angolo? Con il seme di avocado avranno vita breve! 

Il seme di questo superfood è utile anche per asciugare la pelle. Mescolate la polvere ottenuta dal nocciolo di avocado con un po’ di acqua tiepida fino ad ottenere una pasta. 

Applicate la soluzione a spreco zero sui brufoli e lasciate agire per 4 o 6 minuti. Seccheranno come le foglie in estate, anche se siamo in inverno! 🙂

Nocciolo di avocado per una maschera di bellezza per il viso. Mescolate il seme macinato con argilla in polvere e aggiungete acqua fino ad ottenere una crema. Applicata sulla pelle e fate in modo che non tocchi gli occhi. Lasciate agire per un quarto d’ora, risciacquate e terminate con crema idratante.

Nocciolo di avocado anche per i capelli. Con questa importante risorsa, molto spesso considerata scarto, è possibile realizzare una lozione per i capelli ad azione ammorbidente: mescolate un litro di acqua con un nocciolo di avocado macinato e cuocete a fuoco medio per mezz’ora.
Filtrate e usate il liquido per i capelli dopo lo shampoo. Diventeranno morbidissimi.

L’avocado è davvero una garanzia di gusto e bellezza!

Vuoi ridare una seconda vita al cibo anche nei supermercati risparmiando sulla spesa?

Scarica l’app!

 

Avocado sì, solo se italiano!

Non esiste solo un tipo di avocado. Esistono diverse varietà: Bacon, Fuerte e Hass che si distingue per la forma piccola, la buccia scura e quasi nera. Gli avocado non arrivano però tutti da Messico e Guatemala, anche l’Italia, da ben 15 anni, è la patria dell’oro verde. Dalle pendici dell’Etna, in Sicilia, Andrea Passanisi, coltiva più di 100 tonnellate di avocado che esporta in Italia e in Europa. 

Ma come capire se l’avocado è maturo al punto giusto? Dovrete scegliere quelli con una buccia verde scuro e tastarli con indice e pollice. Morbidi, ma non troppo!
Se acquistate un avocado acerbo non disperate: riutilizzando i vecchi giornali riuscirete a gustare il vostro avocado nel giro di pochi giorni. Avvolgete il frutto in un foglio di giornale e riponetelo vicino a mele, banane o pere. Questi frutti rilasciano etilene, il gas indispensabile per la maturazione di frutta e verdura.

A maturazione avvenuta potrete utilizzare la polpa spalmata sul toast, in insalata o condita con olio e sale e riutilizzare il nocciolo per la bellezza di pelle e capelli!