AUTOPRODUZIONE

Eco-cosmesi per sconfiggere gli effetti del freddo sulle mani? Autoproduciamo l’oleolito al limone!

Possiamo dire addio a mani screpolate e unghie indebolite grazie a un prodotto di eco-cosmesi: l’oleito al limone, un rimedio naturale e fai da te!

Quando la terra d’origine ti offre olio e limoni, quando apri la dispensa e trovi i “boccacci”, immancabili contenitori di vetro del sud Italia, e quando fuori è pieno inverno, perché non pensare ad un modo per autoprodurre un prodotto di eco-cosmesi contro i tagli del freddo alle mani?

Dicembre, un pomeriggio di pioggia con 6°, due opzioni mi si presentano davanti:

– correre a comprare una crema costosa in farmacia per rimediare ai fastidiosissimi tagli dal freddo
– guardarmi intorno, telefonare al medico per eccellenza, la nonna Maria, e fare alcune ricerche in internet

Io ho scelto la seconda opzione e cosa ho ottenuto? Un “oleito” al limone fatto in casa in soli 10 minuti, con un costo di € 0,50.
Nonna Maria di certo non sa cos’è l’eco-cosmesi, è ancora convinta sia una promozione del supermercato sotto casa e continua a chiamare l’oleito “olio al limone”, ma il risultato non cambia: una soluzione benefica per unghie e mani.

Con cosa e come realizziamo il nostro olio essenziale al limone

Per recuperare gli ingredienti necessari è bastato solo aprire dispensa e frigo per trovare:

– 3 Limoni, anche già spremuti, ci interessano le scorze
– Olio extravergine d’oliva e olio di mandorle nella stessa quantità
– 1 “boccaccio”, non lo scrittore, ma il famosissimo contenitore di vetro, tipico del sud
– Foglio di alluminio
– Colino e imbuto

Il procedimento di preparazione è veloce, non posso dire lo stesso per la macerazione che richiede invece 40 giorni. Non avendoci pensato l’anno scorso, quest’anno ho deciso di giocare d’anticipo preparando il mio oleito al limone a Novembre. Le mie mani ringraziano già e voi, avete già recuperato tutto l’occorrente?

Preparazione

1) Sbucciare i limoni per ricavarne la scorza priva della parte bianca
2) Lasciare essiccare per un giorno o due le parti ricavate, in modo tale che si asciughino

N.B. Vi confesso che il primo tentativo è stato fallimentare perché le scorze non erano del tutto asciutte. Quando una minima parte di acqua reagisce con l’olio vegetale durante la macerazione “a freddo” il prodotto ottenuto non può definirsi “a lunga conservazione”. L’ho provato sulla mia pelle, quindi meglio aspettare un giorno in più piuttosto che rinunciare al nostro benefico rimedio autoprodotto!

3) Riporre le scorze essiccate nel barattolo di vetro a chiusura ermetica e ricoprire completamente con gli oli
4) Avvolgere il barattolo in un foglio di alluminio e lasciare riposare in un luogo fresco e buio, magari nella dispensa in cucina
5) Scuotere ogni giorno il barattolo per far sì che che le scorze siano sempre ricoperte dall’olio

Oleolito al limone: usi, costumi e proprietà del prodotto di eco-cosmesi

Il periodo di macerazione richiede 40 giorni, sì sono tanti, ma nel frattempo possiamo sempre fare due chiacchiere con nonna Maria!

Al termine dei 40 giorni, ci serviranno due filtraggi finali, prima di poter utilizzare la soluzione magica.

Per farlo dovrete:

– Posizionare su un altro contenitore di vetro un imbuto con dentro un colino
– Versare l’olio e le scorze
– Ripetere l’operazione il giorno successivo per evitare che i residui si depositino sul fondo

Io sono in attesa che il periodo di macerazione termini, ma a dicembre il mio oleito al limone sarà pronto e potrò:

– utilizzarlo come agente “antifreddo” per le mani per curare screpolature, arrossamenti e i tagli da freddo
– applicarlo puro sulle unghie con un batuffolo di cotone imbevuto per curare cuticole screpolate, letto dell’unghia indebolito e macchie bianche

Realizzare questo prodotto di eco-cosmesi mi ha permesso di toccare con mano ogni singola materia prima, apprezzandone i profumi; di risparmiare e di ridurre gli sprechi.
Ah dimenticavo, mi permetterà di avere delle mani perfette nel freddo inverno!

Non ne hai mai abbastanza?
Iscriviti alla newsletter, non saremo mai noiosi.
Altri articoli
I più letti
I più letti
I più letti