AUTOPRODUZIONE

Peduncoli delle ciliegie e noccioli: 2 buone ragioni per amarli!

I noccioli e i peduncoli delle ciliegie non sono scarti: si possono riutilizzare per realizzare cuscini antidolore a spreco zero… e non solo!

Il frutto amato da grandi e piccini è arrivato e ci accompagnerà fino alla fine di giugno.

Ma cosa succede ai noccioli e ai peduncoli delle ciliegie? Questi “scarti” che finiscono immancabilmente nel bidone dell’umido possono essere riutilizzati non solo in cucina, ma anche per il riciclo creativo.

In questo momento siete in compagnia della ciliegia Big Lory, Grace Star, Black Star? Bene, non siete sul red carpet anche se qualcosa di rosso c’è ed è il frutto che state assaporando!
Il nocciolo della ciliegia ha un cuore cavo ed è proprio questa qualità che ci permetterà di riutilizzarlo! Questo “scarto” riesce ad immagazzinare caldo e freddo e a rilasciarli lentamente, privi di umidità. Una proprietà da sfruttare al meglio seguendo il consiglio dell’esperta del riutilizzo: la nonna!

Era una domenica mattina, mangiavamo le ciliegie sotto gli alberi, quando sul punto di buttare i noccioli per terra lei mi ha fermata dicendo “Io da piccola mi curavo con i noccioli”.
Affascinata dall’idea le ho chiesto di saperne di più ed ho scoperto che realizzare un cuscinetto contro i dolori articolari e cervicali con gli scarti delle ciliegie è semplicissimo e funziona davvero!

Ingredienti:

  • 500 gr di noccioli di ciliegie
  • 1 fodera piccola (anche per questa utilizzate dei tessuti riciclati)

Dopo avere lavato sotto l’acqua i noccioli dovrete solo asciugarli, riempire la fodera e realizzare il cuscino della forma che preferite. Potrete usare il cuscino antidolore autoprodotto:

  • freddo: dopo averlo lasciato in frigorifero per 30 minuti
  • caldo: dopo averlo riscaldato in forno ad una temperatura massima di 150° per qualche minuto (avvolto nella carta di alluminio, non vorrete bruciare la stoffa!) o nel forno a microonde per 2-3 minuti (potenza sui 600w)

Funziona, parola di nonna! 🙂

Conosciamo tutti l’antico detto “Una ciliegia tira l’altra”, ma attenzione a non esagerare: potete raccogliere i noccioli con calma nei due mesi (maggio e giugno) in cui questo frutto è al massimo della sua bellezza e bontà!

I peduncoli delle ciliegie per una tisana depurativa e diuretica

Le ciliegie erano finite, la nonna mi aveva spiegato come riutilizzare i noccioli, ma i peduncoli? Un po’ di ricerche per scoprire che anche questi scarti sono utilissimi
I peduncoli essiccati e spezzettati possono essere conservati in un vasetto a chiusura ermetica per
realizzare una tisana depurativa e diuretica.

Ingredienti:

  • 1 cucchiaio di peduncoli spezzettati per ogni tazza
  • dolcificanti a piacere (miele, malto)

Procedimento:

Versate in un pentolino una tazza di acqua e unite due cucchiai di peduncoli di ciliegie sminuzzati ed essiccati. Portate a bollore e lasciate bollire per 3 minuti circa. Poi spegnete il fuoco e coprite. Lasciate in infusione per 10 minuti e sorseggiate la tisana drenante calda o fredda.

Perché i peduncoli sono così salutari? Perché contengono spiccate proprietà drenanti con grandi quantità di sali di potassio.

Recuperare i peduncoli delle ciliegie e i noccioli è stato semplicissimo, tutti amiamo questo frutto dolcissimo quindi non farete fatica a metterne da parte un bel po’.

Il cibo è davvero una risorsa e gli scarti non esistono: noi di MyFoody non ci stancheremo mai di dirlo! 🙂

Non ne hai mai abbastanza?
Iscriviti alla newsletter, non saremo mai noiosi.
Altri articoli
I più letti
I più letti
I più letti