RICETTE

Dalla tradizione pugliese piovono polpette anti-spreco con il pane raffermo

 Preparazione: 30min
 Cottura: 15min
 Difficoltà: "facile"

Vi avevamo già presentato il nonno Gino, ma oggi è il turno della zia Anna con la sua ricetta anti-spreco che riutilizza il pane raffermo.
Lei le chiama “Polpett d pan vecchj” e ci svela una ricetta antica, ripresa dalla tradizione povera dei contadini pugliesi.
Le polpette anti-spreco di pane raffermo possono essere cotte nel sugo, fritte o al forno e vengono servite durante gli aperitivi.
Sì, i Pugliesi non riescono a mantenersi leggeri neanche durante gli aperitivi! 🙂

Ricordate l’ scarcioff arrganat del nonno Gino? Bene, oggi vogliamo affidarci alla zia Anna e al suo segreto.

L’ingrediente magico? Il pane, sempre di stagione, ma sensibile al deterioramento causato dalla temperatura. La ricetta anti-spreco della zia Anna è un asso nella manica che vi salverà in molte occasioni e salverà il pane raffermo dal bidone dell’umido!

Ingredienti

  • 2 uova
  • pane raffermo o mollica
  • pecorino e parmigiano grattugiato
  • prezzemolo tritato
  • pepe e sale q.b.
  • un filo d’olio
  • 10 pomodori
  • 1 scalogno
  • qualche foglia di basilico
  • peperoncino

Ti manca un ingrediente?

Controlla sull'app Myfoody, potrai trovarli scontati fino al 50%

 

Preparazione delle polpette anti-spreco

Utilizzate il pane raffermo di qualche giorno o la mollica avanzata e riponeteli in una ciotola con il latte o, se se volete optare per una versione light, potete utilizzare l’acqua. Lasciate in ammollo per circa 15 minuti.
La mollica o il pane devono diventare morbidi. Nel frattempo la zia Anna ci ha svelato un’altra ricetta anti-spreco con il pane adatta alle giornate più calde (la conserviamo per Agosto e per ora vi sveliamo solo il nome: “la cialdedd”!).

Quando il pane si sarà completamente ammorbidito aggiungete le due uova, precedentemente sbattute e mescolate il composto aggiungendo pecorino, formaggio, prezzemolo, sale, pepe e olio.

Formate delle polpettine tutte della stessa misura e passatele nel pangrattato. A questo punto saranno pronte per la cottura.

La cottura delle polpette anti-spreco pugliesi

Ci sono diverse modalità di cottura e ve le illustriamo qui di seguito:

Versione pugliese Doc (quella di zia Anna per intenderci)
Per il sugo fate riscaldare per qualche minuto l’olio e aggiungeteci uno scalogno tagliato a fettine, pomodorini, sale e peperoncino.
Dopo 15 minuti aggiungete le polpettine di pane raffermo e lasciate cuocere fino a quando non saranno leggermente dorate.

Versione aperitivo alla pugliese

Friggete le polpette nell’olio bollente fino a quando la loro superficie non diventerà dorata.
Asciugatele nella carta da cucina e salatele solo prima di servirle, in modo che non perdano la croccantezza.

Versione aperitivo light

La zia Anna ha confessato: gli amanti del gusto (e della pesantezza, alcuni potrebbero aggiungere 😀 ) non sceglierebbero questa variante, ma dobbiamo comprendere anche gli amanti dei gusti semplici!
Posizionate le vostre polpette su un foglio di carta da forno e lasciatele cuocere in forno (a 180°) fino a quando non saranno diventate dorate, in questo modo non ci sarà olio in eccesso.

Questa è un’alternativa anti-spreco alle solite polpette di carne e di verdure, croccanti fuori e con un cuore morbido anti-spreco. Vi permette di riutilizzare un ingrediente che molto spesso, a causa delle cattive abitudini di conservazione, molti di noi decidono di buttare nell’umido perché ha perso la sua bontà.
C’è una soluzione a questo e si chiama
conservazione: per mantenere il pane fresco, per 2-3 giorni, basterà inserirlo in un sacchetto di cotone grezzo prima di riporlo in dispensa o in un apposito contenitore di legno.
Ricordate di non conservare mai il pane in frigorifero perché diventerebbe stantio prima.

Grazie a questa tradizione regionale potrete realizzare un piatto gustoso evitando gli sprechi. Vi fidate di zia Anna? 🙂

Non ne hai mai abbastanza?
Iscriviti alla newsletter, non saremo mai noiosi.
Altre ricette
I più letti
I più letti
I più letti