AUTOPRODUZIONE

La seconda vita delle bustine del tè: riutilizzale per la bellezza e non solo!

11 Maggio 2019 • Tempo di lettura: 2 min

Le bustine del tè: riutilizziamole contro lo sporco in casa e per la bellezza di viso e piedi!

È sempre l’ora del tè: non vogliamo raccontarvi la favola di Alice nel paese delle meraviglie, ma presentarvi le meraviglie che il tè può fare per la nostra pelle e non solo!
L’autoproduzione e il riutilizzo degli scarti ci permettono di diminuire gli sprechi e, anche se in Italia la bevanda per eccellenza è il caffè, il consumo del tè continua a crescere. Bene, se il consumo del tè aumenta, aumentano anche le bustine che quasi tutti buttano via, perché si crede abbiano già fatto la loro parte. Sbagliato! Le bustine del tè possono essere riutilizzate.

La prossima volta che preparerete questa bevanda riponete le bustine in frigorifero: serviranno per avere una pelle perfetta. L’avrà fatto anche Johnny Deep, prima di girare Dark Shadow, mentre seguiva la sua dieta ferrea a base di tè? 

C’è una regola però: utilizzate miscele naturali come camomilla, rosa e l’ormai famoso tè verde. 

Quando avrete raggruppato una o più bustine di tè in frigo, potrete riprenderle e poggiarle semplicemente sulle odiose borse sotto gli occhi. Ebbene sì, anche le famose fette di cetriolo hanno un competitor! 🙂 
Lasciate agire il vostro rimedio naturale con proprietà antinfiammatorie per 10-15 minuti e vedrete subito i risultati.

Potrete anche picchiettare le bustine riciclate del tè sul viso per un effetto astringente e anti-age: un valido sostituto al tonico per il viso! E che dire della maschera? Lasciate essiccare i filtri, riponeteli nell’acqua calda e utilizzateli come base per un’ emulsione da applicare sul viso.
Questo piccolo segreto è un rimedio di eco-cosmesi a costo zero: le bustine le avreste buttate e non ci sono ulteriori passaggi da fare.

Bustine del tè: benessere dalla testa ai piedi!

Ma non possiamo pensare sempre al viso: il tè è un toccasana anche per i piedi!

Siete stanchi, avete un forte dolore alle gambe e le caviglie gonfie? Usate le bustine del tè che, siamo sicuri, a questo giro non avrete buttato.
Come? Riempite un contenitore con acqua bollente e immergete al suo interno le bustine di tè. Lasciate raffreddare e immergete i vostri piedi nel mar nero per circa 20 minuti. Andranno via anche i cattivi odori, non solo i dolori!

Il cappellaio matto aveva ragione: è sempre l’ora del tè, anche per la bellezza e contro lo sporco in casa, aggiungiamo noi di MyFoody!

Non abbiamo conferme da Lewis Carroll per questo, ma possiamo assicurarvi che le bustine del tè servono ad eliminare le impronte: dovrete solo sfregarle su maniglie, pomelli e ante e lo sporco andrà via.

E non finisce qui: se avete cucinato del pesce o l’odore sgradevole dell’aglio è rimasto sulle vostre mani, prendete le bustine del tè e strofinatele sulle vostre mani. L’effetto anti cattivo odore funziona anche con i piatti: immergete le bustine di tè in acqua calda e lasciate in ammollo i piatti sporchi. La miscela contenuta all’interno della bustina riuscirà a sciogliere il grasso e ad eliminare i cattivi odori. Sprecherete nel lavaggio meno tempo e meno acqua!

Le bustine del tè serviranno anche per pulire vetri e tappeti.

  • Per i vetri: lasciate in ammollo alcune bustine in acqua tiepida e, dopo aver versato la soluzione in un nebulizzatore, spruzzate sui vetri la soluzione magica e asciugate con un panno asciutto. Addio detersivi per i vetri e aloni!
  • Per i tappeti: forse Alice non poteva saperlo, ma Aladdin sì: le bustine del tè possono essere riutilizzate per pulire i tappeti. Versate il contenuto sul tessuto, lasciate asciugare e passate l’aspirapolvere!

Vuoi ridare una seconda vita al cibo anche nei supermercati risparmiando sulla spesa?

Scarica l’app!

 

La storia del tè

I primi a beneficiare delle proprietà benefiche del
tè furono i cinesi, grazie ai monaci buddhisti. I portoghesi hanno portato la bevanda benefica in Europa e gli olandesi hanno iniziato a commercializzarla.
La regina l’ha trasformata in un simbolo di riconoscimento per il suo regno: il tè delle cinque è una routine per un inglese doc. E in Italia? Il consumo è in crescita e le bustine del tè sono un vero toccasana non solo per la salute!