AUTOPRODUZIONE

Scrub fai da te con lo zucchero: dolcezza a costo zero per la pelle!

10 Gennaio 2019  Tempo di lettura: 6

Siete in cerca di uno prodotto ecologico per rigenerare la vostra pelle? Io ed Elena vi raccontiamo del nostro sabato pomeriggio di relax con il nostro scrub autoprodotto!

Quando hai un’amica che fa la Make up artist e la Beauty consultant per lavoro ti si apre un mondo ricco di campioni omaggio, e non solo..! Elena può essere considerata una vera tuttologa in tema di cosmesi ed ogni volta mi sorprende con le sue conoscenze in materia. Sempre sul pezzo con trucchi, creme e prodotti per la pelle, ultimamente mi ha consigliato un sacco di segreti in tema di autoproduzione, una scienza a me fino a poco tempo fa davvero sconosciuta. Un pomeriggio ho preso il treno e sono andata a trovarla a casa sua. L’idea era preparare un dolce insieme e invece Elena mi ha coinvolta in un’esperienza che non avevo mai provato prima: come autoprodurre uno scrub fatto in casa, ecologico e a costo zero. E’ stato divertentissimo e davvero facile! Ecco com’è andata..

Perché autoprodurre uno scrub: l’esperta risponde

Elena mi dice che lo scrub migliora la circolazione, elimina le cellule morte e le rigenera (non c’è prodotto più indicato per iniziare il nuovo anno, vero?). Inoltre, lo scrub autoprodotto non contiene le microplastiche abrasive dei prodotti commerciali. Sostenibile, a costo zero e contro l’inquinamento! Mi ha completamente convinta, e il camino di casa acceso ha creato un’atmosfera davvero unica! Per iniziare l’autoproduzione ci siamo subito messe alla ricerca di zucchero di canna o sale (si può utilizzare anche la farina di cocco o avena, la polvere di caffè o i semi di papavero), olio, qualche goccia di olio essenziale e un contenitore in vetro riciclato.

Lo scrub con il sale secca di più la pelle quindi optiamo per la dolcezza, perciò vi racconterò il procedimento per autoprodurre uno scrub con lo zucchero, così da poterlo utilizzare anche più volte alla  settimana.

Inoltre l’olio è l’ingrediente che viene assorbito dalla pelle perciò dobbiamo sceglierne uno senza parabeni, coloranti e profumi. Se non avete l’olio d’oliva biologico anche l’olio di mandorla andrà benissimo.

Scrub fai da te: ricapitoliamo gli ingredienti a costo zero

  • Un cucchiaio di olio d’oliva o di mandorle
  • Tre o quattro cucchiai di zucchero di canna o sale
  • 5 o 6 gocce di olio essenziale a scelta.

Abbiamo mescolato tutti gli ingredienti dando il via a un pomeriggio di relax a costo zero. Avremmo potuto usare il nostro scrub autoprodotto anche in un altro momento, questo prodotto di eco-cosmesi, infatti, può essere conservato in frigo fino a un massimo di due settimane. Avremmo potuto, ma il programma prevedeva anche il relax quindi, terminata la miscela, l’abbiamo applicato sulle gambe. Dopo averlo lasciato in posa per 10 minuti abbiamo eliminato i residui con una spugnetta inumidita e risciacquato con acqua tiepida.

Il risultato? Una pelle fresca, pulita e rigenerata ad un costo irrisorio e soprattutto senza l’utilizzo di microplastiche.

Anche Elena, come me, è contro gli sprechi e per un vivere sostenibile. Per gli amici (e per l’ambiente, io aggiungerei) si fa questo ed altro!

Vuoi ridare una seconda vita al cibo anche nei supermercati risparmiando sulla spesa?

Scarica l’app!