AUTOPRODUZIONE

Scuole chiuse e bambini a casa: ecco come giocare con loro a spreco zero!

17 Marzo 2020  Tempo di lettura: 4–5 min

In questi giorni stiamo vivendo una quotidianità diversa che ci aiuterà ad apprezzare il contatto reale con le persone, quando tutto questo sarà finito.

Lo smart working e le scuole chiuse costringono genitori e figli a rimanere a casa. Un momento per recuperare il vero valore della famiglia e per imparare a gestire il panico fuori e dentro le mura domestiche! 🙂

Le scuole si sono già attrezzate con le lezioni 4.0. ma cosa fare nel tempo libero? Ci pensiamo noi di Myfoody!
Prendete dal sacco di patate quelle germogliate o troppo vecchie per essere cucinate: vediamo come realizzare dei timbri con le patate, vi servirà anche altro ma siamo sicuri che troverete tutto l’occorrente a casa!

Un trucco di autoproduzione che vi permetterà di spegnere la tv per qualche ora e di disattivare la suoneria: è tempo di godersi gli affetti 🙂 

Occorrente

  • Colori a tempera
  • Cartoncino
  • Matita
  • Forbici
  • Taglierino (l’unico strumento che non potranno utilizzare i vostri bambini)
  • Patate
  • Piattini

Procedimento per giocare a spreco zero

Fate scegliere ai vostri bambini i colori che preferiscono e riponete ogni colore in un piattino diverso.

Sul cartoncino disegnate delle forme semplici come ad esempio un cerchio, una stella, un cuore… date libero sfogo alla vostra creatività. 

Prendete una patata e, dopo averla divisa in due parti, appoggiatela sulla forma che avete ricavato dal cartoncino, lavorate con il taglierino la patata in modo tale da avere una figura in rilievo.

Procedete con tutte le forme che avete deciso di realizzare. I vostri timbri saranno così pronti per poter essere utilizzati con la tempera. Buon divertimento!

Ma abbiamo anche un’altra idea da suggerirvi, noi vogliamo essere con voi, genitori Foodies, fino al 3 aprile…sempre mantenendo le distanze però!

Guardatevi attorno e scoprirete di avere dei materiali da riciclo in tutti gli angoli della casa.

Proviamo a darvi dei suggerimenti: 

  • vecchi giornali o riviste
  • rotoli di carta igienica terminati
  • cartoncino delle scatole dei biscotti
  • pirottini di carta dei muffin, a spreco zero, che avete appena mangiato
  • carta velina delle scatole di scarpe
  • bustine di plastica dei fazzoletti
  • tappi di plastica
  • carta di caramelle

Trovato tutto?

Dite ai bambini di preparare un’opera d’arte con i materiali in plastica e un’altra con i materiali di carta! Imparare a fare la raccolta differenziata giocando ci sembra un ottimo modo per passare un pomeriggio a spreco zero!

Cosa ne dite? 🙂

Vuoi ridare una seconda vita al cibo anche nei supermercati risparmiando sulla spesa?

Scarica l’app!