IL MONDO MYFOODY

Team building, sport e vigne: weekend a spreco zero nelle Langhe!

18 Ottobre 2019 • Tempo di lettura: 4 min

“Dopo i weekend passati a lavorare ci meritiamo un weekend di relax” si è conclusa con questa frase l’ultima riunione antecedente l’uscita della nuova app Myfoody.

“In che senso?” Qualcuno si è trasformato in Carlo Verdone, mentre le slide scorrevano e CEO e CFO ci presentavano una tre giorni lontana da Milano da trascorrere tutti insieme. 

Meta: le Langhe (luogo indefinito fino all’arrivo)
Luogo: una cascina immersa nel verde, una piscina per un tuffo vista colline piemontesi e una cucina da fare invidia anche a Masterchef. Scoprirete dopo a cosa è servita la cucina!
Giorno di partenza: venerdì 13, tranquilli non vi racconteremo una storia horror, ma una storia di team building, quello del team Myfoody!

Avevamo solo queste informazioni, ma Francesco e Luca non dovevano convincerci!
Il countdown per il nostro weekend nelle Langhe era già partito!

Noi ci siamo rilassati ma anche conosciuti meglio e vogliamo raccontarci così! 🙂

Pronti? 

Il nostro CEO Francesco, che conoscete già per il suo spirito imprenditoriale e per la sua idea nata da un pacco di biscotti, ma noi vogliamo presentarvelo in maniera diversa.

In tre giorni è stato il nostro cantastorie (perché le Langhe le aveva già visitate e perché adora i paesaggi piemontesi… d’altronde, come dargli torto?)

Myfoody

Ma lo conosciamo anche come maestro di freddure. Ti invita a scendere dall’auto perché ci sono distese infinite di noccioli. Lui però ha detto noccioli, no nocciole e la differenza esiste. Peccato che il nostro sviluppatore android Nicola era già nei campi in cerca delle nocciole che, ahilui, erano già state raccolte! 🙂

Per fortuna Nicola è un programmatore solo se ha davanti un pc: vi state chiedendo in che senso?

E’ un grande sportivo (e ce ne ha dato prova durante il weekend) e fa morire dal ridere, oltre ad essere un vero appassionato di coding! Il migliore ce l’abbiamo noi, insomma, difficile da spiegare in poche parole però potete capirlo dalla fantastica app che ha realizzato! 

Ma passiamo all’ art director Marta, la new entry nel team Myfoody che ha progettato il nuovo volto della nostra app e del brand. Ha imparato a giocare a scopone scientifico durante il weekend, ha scelto le colonne sonore,  ha scattato tantissime fotografie (tra le quali quelle che vedete) e soprattutto è riuscita a scoprire tutti i segreti nascosti con lo zoom. Foto da non condividere, perché queste sì che potrebbero rivelarsi horror!

La nostra Marta ha condiviso la stanza con Stefania, la content manager di Myfoody.

Erano nell’unica stanza con un letto singolo, ma l’hanno scelta prima di vedere le altre, dopo aver sentito “questa è la stanza migliore”. La bionda e la bruna si fidano e le vedete in questa foto. 

Myfoody

Qui sorride, ma Stefania è la pessimista del gruppo: è stata in grado di dirci “No, ragazzi sicuramente non potrete fare il bagno in piscina”. C’erano 27° e la piscina era aperta. A lei piace motivarci così, oltre che con le ricette anti-spreco che ha voluto realizzare anche durante la nostra cena.

E il CFO, Luca? Conoscete anche lui, ma non come noi. Lo sapete che è in grado di trasformare in fogli excel e formule anche le parole? Sarà la sua abitudine del non dormire mai: è stato l’ultimo ad andare a dormire e il primo a tuffarsi in piscina. L’ha fatto anche durante il nascondino notturno! Probabilmente era convinto di essere un anfibio e poter restare sott’acqua per più di 30 secondi… Non ha funzionato però! Avevate dubbi? 

Abbiamo anche un CTO, anche lui di nome Luca,  il mago della tecnologia che nella vita reale è anche una rockstar tanto da abbandonarci sabato sera perché non poteva mancare ad una tappa della sua tournée. È ritornato però a notte fonda, per non perdersi la degustazione di vino programmata per l’ultimo giorno e per deliziarci con le sue perle toscane.

Ma il sabato sera abbiamo scoperto anche una delle doti del nostro marketing manager Simone: non fategli domande sulla luna, perché nessuno può batterlo sul satellite! L’ha detto lui durante il quiz realizzato dal nostro CEO! Ha anche scoperto il suo talento come calciatore alla veneranda età di 30 anni suonati…i weekend di team building servono anche a questo! 

Last but not least Gioele, il nostro grafico e il nostro arbitro imparziale durante i giochi acquatici. O meglio, lui non vede e non sente mai niente, è siciliano ma questo è solo un dettaglio!

Morale della favola? Il vincitore delle nostre competizioni in piscina è stato il team, il team Myfoody! 🙂 

Un gruppo così ve lo immaginate mentre prepara una cena a spreco zero dopo aver risposto a mille domande di cultura generale create dal nostro CEO?

Noi sì, perché è successo sul serio, e il risultato?

Noi abbiamo gustato tutto e abbiamo preparato anche i lunch box per il giorno dopo perché il lunedì siamo tornati a lavorare e il cibo non si spreca mai! 

Myfoody

Non ci siamo solo rilassati, siamo anche andati alla scoperta delle Langhe con il tour nei vigneti del Barbera: abbiamo testato la differenza tra Dolcetto e Barbaresco e visitato uno dei borghi più belli d’Italia, Neive, concludendo così il nostro weekend. 

Questo è anche Myfoody, un team e un gruppo di Foodies che mentre lavora si diverte. Ecco perché il nostro logo sorride!

L’avete già letta la storia del rebranding? Non ci stanchiamo mai di ripeterla!

Al prossimo weekend!

Hai già scoperto tutti i supermercati che collaborano con noi?

Scarica l’app e salva il cibo dagli sprechi!